Loading...
Famiglia Simoni2018-09-20T11:50:56+00:00
QUATTRO GENERAZIONI

La nostra storia, di guerra, amori, salumi e passione

Tutto nasce da una scintilla.

Nel nostro caso, è la prima guerra mondiale. I Simoni abitavano nelle campagne tra San Giovanni in Persiceto e Castelfranco Emilia. Enrico Simoni viene chiamato alle armi nel 1917. Nella foto a fianco posa con la famiglia, la moglie Pia e i tre figli, prima di partire per il fronte. Pia era la figlia di un fattore; era portata per il bel canto ma per amore di Enrico si sposò e decise di mettere a frutto la sua seconda passione. Quella per la cucina e l’eleganza un po’ innata e un po’ acquisita per imbandire le tavole delle feste in villa, dei matrimoni delle famiglie patrizie. E le prelibatezze della lavorazione delle carni di maiale la facevano da padrone. Quando Enrico tornò, con la medaglia al valore militare, la moglie era già una celebrità dei fornelli nella zona. Il più piccolo di questo ritratto è Guido, lo ritroveremo dietro un banco di salumeria.

La famiglia Simoni

venne ad abitare a Bologna a fine anni 50, quando Nino (nella foto), Gianni e Silvana, i figli di Guido e nipoti di nonna Pia, erano ragazzi. Dalla campagna portarono la passione per il buon cibo e l’arte di portare in tavola le prelibatezze della cucina bolognese. Iniziarono molto presto a varcare la porta delle migliori salumerie di Bologna, come garzoni. “Il cliente è la ricchezza del negozio” e importante è sapere spiegare al cliente le virtù della lavorazione di un prodotto e come si è giunti a quel risultato.

Ben presto,

i fratelli Simoni (nella foto Gianni) videro il loro futuro nella salumeria specializzata e rilevarono una salumeria in via Romagnoli vicino Chiesa Nuova (zona Murri). Sparirono dal banco i consueti articoli della drogheria (acqua, spezie, caffè) e si concentrarono su salumi e formaggi da tutte le regioni d’Italia. Con attenzione alla presentazione della vetrina e all’esposizione dei piatti. Il lavoro va fatto con impegno e passione, il giusto utile economico è una naturale conseguenza che non deve mai diventare il primo obiettivo

La più grande dei fratelli,

Silvana, insieme al marito Oriano e alla madre Argia (nella foto), aprì nel 1969 in via Malvolta un negozio con laboratorio per servire a banco i primi piatti e i dolci della tradizione bolognese. Tagliatelle, tortellini, lasagne, tortelloni, gramigna, l’amorpolenta, le raviole, seguendo le ricette della nonna Pia gelosamente custodite. Oggi sono il figlio Stefano e la moglie Laura a portare avanti la tradizione della Pasta Fresca Simoni di via Malvolta

La smania di fare sempre di più

spinse i fratelli a rilevare nel 1972 un rinomato salumificio per iniziare una produzione in proprio, arrivando a macellare 40 maiali alla settimana (nella foto Nino e Guido Simoni). Negli stessi anni, gli anni del boom economico, il gruppo industriale del signor Motta, quello dei panettoni, chiese ai Simoni di aprire un supermercato specializzato sulla riviera. Nino Simoni accettò la sfida e portò al suo fianco la giovane moglie Lia Trevisani, che in breve tempo per passione e impegno, si trovò a capo dell’amministrazione

Verso la fine degli anni Settanta

e l’inizio degli anni Ottanta, i Simoni aprirono una grande salumeria specializzata in via Massarenti e rilevarono il negozio ad angolo tra via Pescherie e via Drapperie. Era, quest’ultimo, il negozio dei sogni di Nino, aperto il 19 giugno 1960 dai fratelli Mazza, nel cuore del Quadrilatero. In questa foto la via Pescherie Vecchie nel 1982

In questi anni

i fratelli Simoni iniziarono una collaborazione con il Salumificio Pasquini di Bologna per il rilancio del salame rosa, uno storico salume bolognese in estinzione. Nino Simoni fu insignito di numerosi premi, dalla nomina ad Ambasciatore della Qualità alimentare da parte del Ministero dell’Agricoltura italiano, al ricevimento della Turrita d’Argento del Comune di Bologna nel 2004. In questi anni i Simoni si affiancano ad altre realtà del territorio per la valorizzazione dell’antico mercato del Quadrilatero organizzando serate, notti bianche e tavolate benefiche. Si procede alla riqualificazione del quartiere più amato dai bolognesi

La quarta generazione

della famiglia è entrata in campo, con l’ingresso nella gestione delle attività di Davide Simoni e di Andrea Turra e Massimo Gennusa, due collaboratori storici di Nino. Salumeria Simoni ha iniziato nel 2008 la vendita online, ha inaugurato il laboratorio-ristorante nel 2015 ed è stata premiata tra le migliori salumerie d’Italia nel 2018

ORARI DI APERTURA

SALUMERIA SIMONI

Via Drapperie 5/2a
Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì 8 ~ 13.30 | 16.30 ~ 19
Venerdì, Sabato 8 ~ 19.30 | Domenica chiuso

SIMONI LABORATORIO

Via Pescherie Vecchie 3/b
Tutti i giorni dalle 11 alle 23